Montreal International Jazz Festival 2011: Dave Holland esplora varie tradizioni

Jazz Festival

Dave Holland non è solo un talento, bandleader, compositore e improvvisatore con un suono enorme sul basso acustico. E ‘anche uno studente vorace di altre tradizioni.
Il bassista inglese ha recentemente inciso un album di musica flamenco con il chitarrista spagnolo Pepe Habichuela. A questa edizione del Festival Internazionale del Jazz di Montreal, lui si esibirà in trio con Anouar Brahem, un maestro di oud tunisino, lo strumento a corde che incarna le migliori tradizioni della musica araba.

Questo è in aggiunta al Festival Show Holland con il veterano pianista jazz Kenny Barron e una performance dal suo quintetto con standouts Chris Potter al sax tenore, Robin Eubanks al trombone, Steve Nelson al vibrafono e Nate Smith alla batteria.

C’è più di una semplice versatilità, c’è una fame di saperne di più su altri stili musicali e di incorporarli nel suo modo di suonare e comporre.

“Questo è qualcosa che mi è sempre piaciuto dell’ essere un musicista”, ha detto in una recente intervista dalla sua casa vicino a New York.

“Anche quando ero più giovane, mi è sempre piaciuto lavorare in diversi contesti musicali , imparando da loro ho fatto esperienza su molte cose, apprendendole, sono stato in grado di incorporarle nella mia musica.

“La tradizione araba mi ha guidato verso un sacco di cose nuove, nuovi ritmi e idee melodiche e modi di suonare, ho trovato che molta musica che ho scritto, abbia rispecchiato quella esperienza.

“Quando sono arrivato insieme a Pepe, gli ho chiesto di essere il mio maestro. Non volevo solo suonare flamenco, volevo veramente immergermi in essa. Abbiamo speso tre anni per la preparazione e ho fatto un sacco di ricerca pure. “

La globalizzazione delle culture del mondo e l’importanza di Internet hanno reso il pubblico più consapevole.

“Si può andare molto indietro nel tempo per vedere la fusione di tradizioni tra loro diverse fondersi. Il Jazz è un grande ombrello sotto il quale tutta questa musica può esistere. Si può tornare al lavoro Dizzy Gillespie con i musicisti cubani o l’integrazione di alcune tradizioni classiche indiane, come John McLaughlin ha fatto con la sua musica. “

Dave Holland si esibirà Martedì sera alle 8 con il pianista Kenny Barron al Théâtre Jean Duceppe di Place des Arts, nell’ambito del Festival Internazionale di Jazz di Montreal. I biglietti costano $ 52,06

Scritto da Matteo Pelladoni