Arrivano i SuperHeavy!

Si dice che una volta assaggiato il sapore del successo sia difficile smettere di mangiare e tornare nell’ombra. Pare essere certamente vero per Mick Jagger: l’ex Rolling Stone, che certamente mai potrà tornare nell’ombra dell’anonimato del comune cittadino, ha deciso che è il momento buono per tornare alle luci della ribalta senza rotolare come un sasso.

superheavyLa data da segnarsi sul calendario per questo make over è il 20 settembre; è in questo giorno infatti che uscirà l’album d’esordio dei SuperHeavy, dal titolo assolutamente top secret. Se il nome della band non vi dice niente avrete di sicuro sentito parlare (e suonare) gli altri suoi membri: Dave Stewart, ex chitarrista di Annie Lennox negli Eurythmics, Joss Stone, la bellissima cantautrice soul britannica divenuta famosa alcuni anni fa con “You Had Me” (entrambi già forti di numerose collaborazioni precedenti con Jagger, di cui alcune parte della colonna sonora del film Alfie), Damien Marley, nientepopodimeno che il figlio minore del più famoso Bob da cui ha certamente preso le sonorità, e A.R. Rahman, indiano con all’attivo diverse colonne sonore cinematografiche come Elizabeth: The Golden Age, The Billionaire, 127t Hours. La presentazione del gruppo è recentissima, solo il 2 luglio scorso infatti, presso i Jim Henson Studios, California, il gruppo si è esibito davanti a una piccola folla di incuriositi giornalisti con alcuni tralci del già attesissimo disco.  Da un nucleo così eterogeneo ma brillante di artisti ci si deve aspettare qualcosa di straordinario veramente, ma pare che l’inizio sia stato dei più “classici” a detta dell’ex frontman dei Rolling Stones: “qualche idea, alcuni riff di chitarra, e qualche riga di testo (…) E’ esattamente il mio solito modo di lavorare. C’è sempre bisogno di lasciare alcune parti all’improvvisazione, ma c’è bisogno di qualcosa, di qualche canzone, prima di entrare in studio” ma poi pare che le cose abbiano preso forma in maniera molto veloce “Ci siamo seduti con i nostri Pad fra le gambe, abbiamo fatto molte jam e il risultato sembrava molto coerente. Lo abbiamo sritto molto velocemente”.

Più che velocemente il disco è stato scritto in tempi record, 29 canzoni in soli 10 giorni, ma il contenuto non sembra affatto essere breve e deludente nella quantità visto che Mick stesso ha rivelato che alcune canzini arrivano addirittura all’ora e dieci di durata! La tracklist completa non è stata annunciata ma il primo singolo si intitolerà Miracle Worker, titolo appropriato a un lavoro così intenso da parte di artisti così brillanti.

Unica nota negativa per i fan degli Stones, Jagger ha anche aggiunto che, sebbene un tour dei SuperHeavy non sia attualmente in programma, nel caso se ne palesi l’opportunità il progetto ha l’assoluta priorità per lui su un fatidico tanto annunciato e atteso tour di reunion dei Rolling Stones.

 

Scritto da Lyra
SEO Powered By SEOPressor